Toni Iwobi, senatore leghista al posto dei quattro mori della bandiera sarda FOTO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 27 febbraio 2019 13:21 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2019 13:21
Toni Iwobi, senatore leghista al posto dei quattro mori

Toni Iwobi, senatore leghista al posto dei quattro mori della bandiera sarda

ROMA – “Gli amici della Sardegna, che saluto con grande affetto, mi hanno inviato questa foto, e vi sfido a trovare rappresentazione migliore della vittoria della Lega in Sardegna.  Chi mi conosce sa quanto amo scherzare E comunque… Avanti tutta e forza Lega!”

A scriverlo su Facebook con tanto di foto che lo ritrae al posto dei quattro mori sardi è il senatore della Lega di origini nigeriane Toni Iwobi, primo eletto di origine africana al Senato della Repubblica italiana.

Iwobi esterna in questo modo la soddisfazione per la vittoria della coalizione di Centrodestra alle ultime elezioni regionali in Sardegna, con la poltrona di Presidente andata al segretario del Partito sardo d’azione (formazione storicamente vicina alla sinistra ndr) Christian Solinas.

Le elezioni hanno evidenziato il crollo del Movimento 5 Stelle, con il risultato insoddisfacente che ha portato all’apertura di un dibattito interno. Allo stesso tempo, queste elezioni hanno evidenziato come una coalizione allargata di centrosinistra possa tenere ed attirare elettori ed hanno confermato l’asse vincente (per il momento solo locale) Salvini-Berlusconi-Meloni.

Toni Iwobi l’ha buttata sull’ironia come è giusto che faccia che vince. La foto è apparsa sulla sua bacheca: il primo parlamentare nero nella storia del Carroccio appare nella bandiera sarda. Il suo volto è al posto dei quattro mori del noto vessillo sardo.

Il post ha attirato le simpatie di tutti. Iwobi, malgrado le posizioni del suo partito sull’immigrazione, ha scelto Matteo Salvini non sentendosi evidentemente in contrasto con le sue origini. Da quando è salito alla ribalta, il senatore ha sempre fatto dell’ironia uno dei suoi punti di forza.

toni iwobi bandiera sarda

Toni Iwobi, senatore leghista al posto dei quattro mori della bandiera sarda