Torino, auto sul posto disabili. Mamma protesta, lui le scrive: “Sei tu l’handicappata” FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 febbraio 2019 18:44 | Ultimo aggiornamento: 10 febbraio 2019 18:44
torino auto disabili

Torino, auto sul posto disabili. Mamma protesta

TORINO – Accompagna la figlia Alyssa che soffre di una disabilità grave neuropsicomotoria all’asilo del Parco la Tesoreria di Torino e spesso le accade di trovare il parcheggio disabili occupato. Luana, una mamma di 38 anni di Torino, in questo caso è costretta a prendere la piccola in braccio, che pesa quasi 25 chili, e portarla in classe così.

Nei giorni scorsi è però accaduta una cosa che non avrebbe mai immaginato. Trova il posto occupato da un genitore che sta seduto sul sedile anteriore dell’auto a leggere il giornale. Luana fa notare a questa persona la scorrettezza: “Passando davanti alla macchina parcheggiata ‘abusivamente’ -. scrive Luana su Facebook – dico al signore che leggeva il giornale in macchina che il posto è destinato alle persone diversamente abili. Lui mi risponde ‘sono solo 5 minuti’. Io stufa di questa risposta sentita già almeno 35.000 volte, alzo un po’ il tono e gli faccio presente che la macchina io l’ho parcheggiata poco più avanti e che lui si dovrebbe vergognare di aver preso quel parcheggio riservato ai bimbi con difficoltà come mia figlia”.

Luana riesce a far spostare la macchina e porta la figlia all’asilo che si trova nel quartiere Parella. L’uomo nel frattempo, decide di scrivere un biglietto inquietante che le lascia sul parabrezza. “Te sei andicappata solo al cervello”. 

La frase, in un italiano balbettante, è scritto su un fogliettino giallo. La signora ha deciso di rendere pubblico l’episodio con tanto di foto ed ha aggiunto sui social: “Forse pensava che il mio tagliando fosse stato vinto con i punti del supermercato o forse credeva che mia figlia non fosse una bimba con difficoltà ma solo pigra perché così grande l’ho caricata in braccio. Io non auguro nulla a questo signore perché le disgrazie le conosco e non mi sento di augurare nulla di brutto a nessuno”.

Ora la donna, pubblicando la foto su Facebook, spera che qualcuno riconosca la calligrafia. Luana conclude: “Vorrei ritrovare quell’uomo spiegargli che cosa vuol dire la disabilità. Mio marito vorrebbe denunciarlo, io non lo so, voglio solo stare tranquilla con le mie bambine”.

Torino biglietto mamma disabile

Torino, auto sul posto disabili. Mamma protesta, lui le scrive: “Sei tu l’handicappata”