Torino, museo Egizio riapre dopo 3 anni: FOTO nuovo allestimento

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 marzo 2015 15:52 | Ultimo aggiornamento: 31 marzo 2015 15:59

TORINO – Torino festeggia il nuovo allestimento del museo Egizio di Torino, realizzato grazie ad un investimento di 50 milioni di euro. I lavori, durati tre anni, hanno portato alla luce nuovi tesori, come gli affreschi di fine ‘700 della Galleria dei Sarcofagi. Il primo aprile, dalle 9 alle 24, le visite del nuovo museo saranno gratuite e le donazioni andranno alla Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro.

“Un museo come il nostro, così riallestito, custode di un patrimonio immenso, non potrà esimersi nel fare nuova ricerca. La ricerca oggi è il cuore dell’attività dei grandi musei, un percorso che è andato rallentando all’Egizio negli ultimi anni, per diversi motivi, al quale ora verrà dato nuovo impulso”. A parlare è il direttore del Museo Egizio, Christian Greco, presente oggi 31 marzo all’inaugurazione del nuovo allestimento. Al progetto hanno contribuito il ministero dei Beni Culturali, la Compagnia di San Paolo e Fondazione Crt.

“La ricerca non può essere scissa dalla tutela del patrimonio – ha aggiunto Greco – ed è una parte fondante dell’attività del nostro museo, accanto a quella divulgativa. Il nostro ora è un vero museo archeologico ragionato, non un’antologia dalla a alla z. Un museo che ha capito la sua metastoria, il valore dello straordinario racconto di se stesso, della sua storia bicentenaria, dei suoi fondatori e curatori dall’Ottocento a oggi”. L’Ansa ha visitato il museo prima della riapertura al pubblico che, come detto avverrà a partire da domani 1 aprile.