Uno tsunami di sapone invade un villaggio in Cina

Pubblicato il 28 settembre 2012 20:57 | Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2012 20:57

PECHINO – Gli abitanti della provincia cinese del Guangdong sono rimasti a bocca aperta quando hanno visto una montagna di bolle di sapone alta 50 piedi che galleggiava nel fiume Xintang e che si dirigeva verso le loro case. 

Si è trattato di un vero e proprio tsunami di acqua e sapone causato dalla fuoriuscita degli scarti industriali di un’industria chimica che si trova nella zona: alla visione di questa montagna di schiuma, la gente che abita lungo le rive del fiume è scappata. I funzionari locali, hanno spiegato che le bolle erano state causate da un deodorante chimico non tossico che abitualmente l’industria getta nel fiume: la schiuma, a detta dei funzionari, sarebbe cresciuta a causa delle abbondanti piogge cadute in queste ore.

Le persone hanno ragione a essere spaventate – hanno spiegato le autorità – ma la schiuma è innocua. Le grosse bolle di sapone sono cresciute dopo che il sapone è passato in una cascata, ma a parte uno o due pesci morti, è una sostanza completamente innocua”  ha rassicurato un portavoce.