Turchia. Ceyda Sugar, la “donna in rosso” simbolo della rivolta (foto)

Pubblicato il 9 Giugno 2013 11:53 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2013 11:59

ISTANBUL – Ceyda Sugar è il nome della “donna in rosso” divenuta il simbolo della rivolta in Turchia. La foto della giovane dal vestito rosso che la polizia inonda di spray urticante a piazza Taksim ha fatto il giro del mondo. Di lei si conosceva il vestito e quella chioma nera e riccia. Ora il Daily Mail svela anche il volto, pubblicando la sua foto.

La scorsa settimana le immagini della protesta in cui si vedeva la figura di giovane vestita di rosso, con una borsa bianca a tracolla, i capelli scuri e scompigliati dal lancio dello spray urticante che un agente in tenuta antisommossa le spruzzava contro, avevano fatto il giro del mondo. Una testimonianza inconfutabile della durezza usata dalle forze dell’ordine turche contro i manifestanti.

Per giorni i principali organi di stampa internazionali hanno ‘dato la caccia’ a quella donna misteriosa che nelle foto spiccava su tutti gli altri. Poi l’emittente turca TV 24 è riuscita a rintracciarla e intervistarla. Ma la giovane è stata chiara. A Ceyda non interessa passare alla storia come un simbolo. Nell’intervista aveva dichiarato di ”non sentirsi a suo agio nei panni dell’icona del movimento”: “In quel parco c’era tanta gente che veniva colpita e tra me e loro non c’è alcuna differenza”.