Turchia, attentato davanti all’ambasciata Usa di Ankara. Due morti

Pubblicato il 1 Febbraio 2013 13:00 | Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio 2013 15:21

ANKARA – Attentato kamikaze in Turchia, davanti all’ambasciata americana ad Ankara. L’esplosione è avvenuta davanti ad un ingresso secondario dell’ambasciata Usa, lungo l’Ataturk Boulevard, nel centro di Ankara, a poco distanza dalle sedi diplomatiche di Italia, Germania e Francia. Due persone sono morte: l’attentatore e una guardia di sicurezza turca. Diversi i feriti.

E’ stato lo stesso premier turco Recep Tayyp Erdogan a confermare che si è trattato di un attentato kamikaze. Erdogan ha fatto appello ad un impegno globale per combattere “i terroristi”.

Nella rappresentanza diplomatica dell’Italia, a circa 400 metri da quella americana, ”sono tremati i vetri” al momento dell’esplosione, hanno detto all’Ansa fonti dell’ambasciata. L’attenzione alle procedure di sicurezza è stata rafforzata.

Nella sede diplomatica italiana, il controllo degli accessi esterni è affidata a personale di una società di sicurezza turca. La sicurezza esterna è gestita dalla polizia turca.

In questi giorni è in corso il dispiegamento in Turchia di missili Patriot Nato forniti da Usa, Olanda e Germania (foto LaPresse)