Turchia, su Twitter le ciabatte contro il machismo del governo Erdogan FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 agosto 2014 22:59 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2014 22:59

ANKARA – Le donne turche lanciano una nuova battaglia su Twitter. Dopo quella delle ‘donne che ridono’ in risposta al vicepremier Bulent Arinc che aveva raccomandato alle donne  di non essere provocanti e di “non ridere in pubblico, è scattata la campagna delle “scarpe” contro il ‘machismo’ dei politici islamici del governo Erdgan.

Decine di donne, ma anche di uomini, hanno aderito oggi all’iniziativa #geliyorterlik (arrivalaciabatta), pubblicando sulla rete le foto delle loro scarpe o pantofole pronte per essere lanciate.

Il movimento spontaneo si ispira al gesto della deputata femminista dell’opposizione Aylin Nazhaka che in parlamento ieri, aggredita verbalmente dai colleghi del partito islamico Akp del premier Recep Tayyip Erdogan mentre presentava una iniziativa per le donne vittime di violenze nel paese, ha fatto il gesto di prendere una scarpa per lanciarla contro di loro. Poi ha cambiato idea:

“Quando guardo le mie scarpe e poi guardo voi, ha spiegato, francamente mi dico: ‘non ne vale la pena’ “.