Usa, aereo si schianta su una casa nel Maryland: 6 morti FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 Dicembre 2014 8:47 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2014 8:49

WASHINGTON – Un jet privato con a bordo tre persone si è schiantato su una casa nella contea di Montgomery, nello stato del Maryland, Usa. Lo schianto ha causato l’esplosione e l’incendio in una casa, danneggiato una seconda casa, mentre la fusoliera e altri detriti sono stati trovati nel cortile di una terza casa. Oltre ai tre passeggeri, sono morti una donna e i suoi due figli che al momento dell’incidente si trovavano all’interno della casa dell’impatto. Salvi il marito e l’altro figlio che era a scuola.

In base a una prima dinamica dell’incidente, il pilota del piccolo aereo, che già nel 2010 si andò a schiantare su un’altra casa nella stessa zona, stava cercando di atterrare all’aeroporto della contea, a 20 miglia da Washington, quando ha perso il controllo dell’abitacolo, finendo sull’abitazione.

All’interno del jet viaggiavano una donna, un neonato di appena sei settimane e un altro bambino di tre anni. I corpi delle tre vittime a bordo dell’aereo sono stati subito identificati mentre i Vigili del fuoco hanno impiegato diverse ore per ritrovare i cadaveri della donna e dei due figli, scoperti al secondo piano della casa. Al momento le identità non sono state rese note.

I vicini, abituati al sorvolo degli aerei per la vicinanza dell’aeroporto, hanno raccontato di aver sentito il rumore del jet che perdeva quota e poi lo schianto.

Jocelyn Bronw, che abita nei paraggi ha detto in tv:

“Ho sentito il rumore del motore che stava perdendo colpi e poi, boom, lo schianto seguito da altre esplosioni. I vicini di casa hanno pensato all’inizio che fossero scoppiate le tubature del gas. Poi sono uscita di casa e ho visto i detriti”.

Sull’incidente è stata aperta un’inchiesta e sul posto sono impiegati gli investigatori della National Transportation Safety Board.

(Foto Ansa)