Usa, sente cattivo odore in casa: era il cadavere del figlio di 8 anni (foto)

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Agosto 2014 20:02 | Ultimo aggiornamento: 4 Agosto 2014 20:02

HARRISBURG – Solo quando ha sentito un cattivo odore provenire dal terzo piano della sua abitazione una donna americana ha scoperto che il figlio di otto anni, malato di autismo, era morto. Nella sua camera, dimenticato da tutti. La storia viene da Harrisburg, in Pennsylvania. In una villetta abitavano Kimberly e Jarrod Tutko con i loro sei figli, alcuni dei quali disabili.

In particolare Jarrod Jr, otto anni, era autistico e affetto da X Fragile, una malattia che provoca disturbi nel comportamento. Del bambino era solito prendersi cura il padre, mentre la madre di occupava in particolare di un’altra figlia, cieca e anche lei autistica.

Kimberly ha chiesto notizie del figlio che non vedeva da qualche giorno al marito solo quando ha sentito un forte odore provenire dalla stanza. A quel punto l’uomo è tornato al piano di sotto con il cadavere in decomposizione del figlio in braccio avvolto in un lenzuolo.

Quando Kimberly gli ha chiesto come mai non le avesse detto nulla, lui ha risposto di aver taciuto per non turbare gli altri figli. A quel punto è intervenuta la polizia: il bambino viveva rinchiuso dentro la sua stanza, probabilmente per via del suo comportamento ingestibile. La stanza era priva di mobili e ricoperta di feci, spoglia e sporca. La mamma ha giustificato la cosa con il comportamento del figlio malato, insofferente a ogni regola.

«Non posso credere che la donna non sia coinvolta. Non vedi uno dei tuoi bambini per giorni e non ti chiedi dove sia? C’è qualcosa che non quadra» ha commentato Tom Garrity, un vicino di casa. Un’indagine dovrà scoprire di cosa, precisamente, sia morto il bambino: intanto il padre è stato arrestato per incuria e occultamento di cadavere. Gli altri figli della coppia sono stati affidati ai servizi sociali.