Omicidio Lecce, staff Pausini precisa: “Fermi a Malta, nessun coinvolgimento”

Pubblicato il 2 agosto 2012 20:07 | Ultimo aggiornamento: 2 agosto 2012 20:08
laura pausini

Il messaggio Facebook lasciato dallo staff di Laura Pausini poco dopo l’omicidio a Lecce

LECCE – Un ragazzo che montava il palco di Laura Pausini a Lecce è stato ucciso da due colpi di pistola, e lo staff della cantante si è subito affrettato a sottolineare di non aver “alcun legame con l’incidente”. Ma perché tanta fretta per precisare un qualcosa a cui sicuramente nessuno aveva pensato? Forse il precedente della morte di Matteo Armellini a Reggio Calabria e le polemiche che ne scaturirono hanno portato la Pausini e il suo staff a volersi tutelare ancora di più da ipotetici attacchi, soprattutto perché questa volta si tratta anche di un omicidio volontario.

Sulla pagina Facebook di Laura Pausini, poco dopo l’omicidio a Lecce, è comparso questo messaggio dello staff: “La produzione dello Show di Laura Pausini, smentisce categoricamente qualunque riferimento all’incidente che si è verificato nel pomeriggio di oggi presso la struttura fieristica di Lecce e che è costato la vita a Valentino Spalluto. Il palco e tutta la struttura produttiva dello show sono fermi a Malta per lo smontaggio del concerto che l’artista ha tenuto ieri sera. I mezzi dello show, ancora fermi a Malta, e la cui partenza era prevista nella serata di oggi, sono stati fermati in attesa che la produzione comprenda dai responsabili del comune di Lecce gli accadimenti del pomeriggio”.