Vanessa Marzullo torna a casa. Il papà: “Non ha nulla di cui scusarsi” FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Gennaio 2015 16:53 | Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio 2015 16:53

BERGAMO – E’ tornata a casa, Vanessa Marzullo, dalla sua famiglia a Verdello, provincia di Bergamo. Ancora gli occhi cerchiati di scuro, il viso ancora tirato, la giovane cooperante rapita in Siria e rilasciata dopo sei mesi ha salutato dalla finestra i giornalisti. Si è limitata a ringraziare e a dire che è, comprensibilmente, contenta di essere a casa.

E’ stato il padre, Salvatore, a dire qualcosa in più ai giornalisti: Vanessa ”non ci ha chiesto scusa, perché non c’era nulla per cui chiedere scusa”.

“L’ho trovata bene e non ha subito violenze – ha aggiunto -. Si è dunque trattato di una brutta storia fortunatamente a lieto fine. Ora ha bisogno di qualche giorno di tranquillità. Anche a noi non ha ancora raccontato i dettagli. Ringrazio di cuore tutti quelli che ci sono stati vicini in questi mesi e in questi ultimi giorni – ha sottolineato Salvatore Marzullo -, dal governo ai nostri vicini”.

(Foto Ansa).