Varese, striscione contro Casalino: “Ricch***e, Conte il suo pappone” FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2020 14:12 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2020 14:12
Varese, striscione contro Rocco Casalino: "Ricch***e, Conte il suo pappone" FOTO

Varese, striscione contro Casalino: “Ricch***e, Conte il suo pappone” (Foto da Arcigay.it)

Striscione omofobo contro Rocco Casalino a Varese. Lo striscione è apparso durante le proteste contro le restrizioni del Dpcm.

Uno striscione omofobo contro il portavoce del presidente del Consiglio, Rocco Casalino, è stato esposto a Varese. Lo striscione è apparso in piazza durante le proteste dell’altra sera. La denuncia arriva dall’Arcigay di Varese che ha pubblicato la foto.

Lo striscione omofobo contro Rocco Casalino a Varese

La scritta sullo striscione: “Nuovo Dpcm Casalino ric…one Conte il suo pappone”. “Lo striscione è rimasto esposto per diverso tempo nella completa indifferenza della piazza”, denuncia sul sito Arcigay.it Giovanni Boschini, presidente di Arcigay Varese.

Boschini sottolinea: “Democratiche e legittime proteste di piazza non possono trasformarsi nell’ennesimo attacco violento all’orientamento sessuale delle persone. I commercianti e le persone che esprimono il proprio dissenso civilmente non dovrebbero mischiarsi a certe manifestazioni e dissociarsi con forza e convinzione da questi accaduti”.

La Questura indaga sullo striscione

La Questura di Varese sta indagando per risalire agli autori dello striscione, appeso ad un balcone. Dalle parole scritte con una bomboletta spray rossa su stoffa bianca, i commercianti varesini si sono immediatamente dissociati.

Rocco Casalino positivo al Covid

Rocco Casalino è risultato positivo al Covid. Lo ha scoperto in seguito della riscontrata positività del suo compagno e convivente Josè Carlos. I primi due tamponi effettuati dal portavoce di Conte erano risultati negativi. Poi però è arrivato quello positivo. Il suo compagno è asintomatico. Il portavoce del premier sta trascorrendo la quarantena fiduciaria in casa con lui. (Fonti: Ansa e Arcigay.it)