Vatinno-Barbato, interrogazione per “vigilare Ufo”. Deputato insulta chi critica

Pubblicato il 11 Gennaio 2013 11:47 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2013 11:47

ROMA – Giuseppe Vatinno e Francesco Barbato dell’Idv avevano presentato settimane fa un’interrogazione parlamentare chiedendo se il governo ha intenzione di studiare e vigilare sugli Ufo. Sui social network si è scatenato il dibattito, tra quanti sono a favore e quanti i contrari. Tra questi ultimi c’è anche Marco Cattaneo, direttore de Le Scienze, secondo cui è una bufala, ad esempio, il fatto, sostenuto dai due, che l’Onu abbia creato un ufficio apposito per gli ufo. O meglio, presso l’Onu, sostiene Cattaneo, è stato sì creato l’Unoosa che “promuove la cooperazione internazionale sugli usi pacifici dello spazio”, non per “accogliere gli extraterrestri”.

Leggi Ufo, da Vatinno e Barbato interrogazione in Parlamento: “In Italia li studiamo?”

Vatinno è scatenato contro le critiche sui social network. A Cattaneo risponde su Facebook: “Cattaneo si dedica al solito esercizio nazionalpopolare del populismo da bar (con solita canea di commenti beoti) e confonde lo studio di Oggetti Volanti non Identificati con gli omini verdi che evidentemente affollano la sua mente da quando è divenuto direttore. E’ possibile che non sappia affrontare la cosa seriamente e la debba buttare in burla? Evidentemente fa parte di quella eletta schiera di giornalisti convinti apriori che solo quello che loro pensano sia la verità”.

Secondo quanto riporta Repubblica, Vatinno ingaggia una vera e propria lotta contro i detrattori su Facebook. “Ma lo sa – gli scrive un utente su Facebook – che siamo noi a pagarle lo stipendio?”. Vatinno replica: “Godo molto nel non essere stato eletto e che lei mi paghi lo stipendio. Sono al ristorante a mangiare alla faccia sua”. E poi: “Lei è un cybercoglionazzo”, oppure “stai zitto capra”, “ignorantone”, scritti su Twitter.