Viola del ‘600 arriva fracassata a Tel Aviv dopo un volo Alitalia FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 gennaio 2018 7:25 | Ultimo aggiornamento: 7 gennaio 2018 20:15

TEL AVIV – Una viola a gamba Lewis originale del diciassettesimo secolo arriva fracassata all’aeroporto di Tel Aviv dopo un volo Alitalia​ da Rio de Janeiro. Era stata trasportata in stiva come una valigia qualunque. La proprietaria del prezioso strumento, Myrna Herzog, direttrice dell’Ensemble Phoenix, pubblica su Facebook le immagini del disastro.

La viola “è stata selvaggiamente vandalizzata” e “pare che ci sia passata sopra un’auto”, tuona la musicista israeliana che invita i suoi contatti a condividere il post, e sostiene che il personale del vettore le aveva garantito che lo strumento sarebbe stato trasportato a mano nell’aeromobile. Il post raccoglie decine di migliaia di condivisioni e centinaia di commenti indignati, che auspicano cause milionarie che facciano fallire la già traballante compagnia di bandiera.

L’Alitalia si è difesa spiegando di aver offerto alla Herzog un posto extra per poggiare lo strumento e di aver fatto firmare, alla musicista, una liberatoria con la quale sollevava Alitalia da ogni responsabilità. Datto sta che qualcosa di certo non ha funzionato.

viola-alitalia-tel-aviv

Il post con la foto della viola fracassata