Vladimir Putin: “Terroristi li perdoni Dio”. Ma…

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Novembre 2015 14:46 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2015 14:46

MOSCA – “Perdonare i terroristi spetta a Dio, mandarglieli spetta a me”: è un Vladimir Putin in versione “vendicatore” quello che ha parlato con la stampa russa. O meglio: quello che alcuna stampa ha voluto mostrare. Perché questa frase il capo del Cremlino non l’ha mai detta, anche se è subito rimbalzata in rete.

A diffonderla con un tweet era stata la giornalista e conduttrice di RussiaToday (emittente russa in lingua inglese) Remi Maalouf:

“#Putin : to forgive the terrorists is ip to God but to send them to him is up to me #ISIS #Syria#Moscow”.

Parole che sembrano prese pari pari dal film “Man of Fire“, una pellicola americana del 2004 in cui l’attore Denzel Washington interpreta un vendicatore. E che sono subito state riprese da moltissime testate. Peccato che Putin non le avesse mai detto.

La stessa Maalouf, visto il clamore che aveva suscitato, si è dovuta scusare. Sempre su twitter ha ammesso di aver estrapolato la frase da un post su Facebook.

Probabilmente ad ingannare i più era stato il discorso fatto da Putin il 17 novembre, quando, confermando che ad abbattere l’aereo della compagnia russa Metrojet è stato un attentato Isis, ha avuto parole minacciose per i terroristi. “Vi cercheremo dovunque, vi troveremo e vi elimineremo”, ha detto Putin in un messaggio rilanciato dalle principali televisioni russe. Nello stesso discorso ha paragonato l’avanzata del cosiddetto Stato Islamico ad Adolf Hitler, invocando una coalizione con i Paesi occidentali.

 

(Foto da Twitter)