Voyager 1 da sistema solare a spazio interstellare: 36 anni di viaggio (foto-video)

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 13 settembre 2013 10:30 | Ultimo aggiornamento: 13 settembre 2013 10:36

NEW YORK – La sonda Voyager 1 ha superato il “purgatorio cosmico” ed è entrata nello spazio siderale, passando dalla “autostrada magnetica” che dal sistema solare porta allo spazio interstellare. La sonda della Nasa, lanciata 36 anni fa, diventa così il primo veicolo spaziale realizzato dall’uomo che oltrepassa il confine del sistema solare e volge il suo sguardo al cosmo.

Prima le immagini di Saturno e Giove, prime immagini di pianeti ravvicinate dei pianeti del sistema solare. Poi l’entrata nell’autostrada magnetica, che sta portando la sonda oltre il sistema solare. A bordo di Voyager 1 una specie di “messaggio in bottiglia”: suoni e messaggi di pace incisi su un disco dorato e immagini della Terra. Quasi il messaggio di un naufrago cosmico a caccia di contatti nell’universo.

Il viaggio di Voyager 1, lanciata nel 1977, viaggia alla velocità di 38 mila miglia all’ora a circa 19 miliardi di chilometri dalla Terra. Nel 2020 però le sue batterie al plutonio si esauriranno e ottenere segnali e dati sarà difficile, ma avrà alle spalle una carriera di tutto rispetto.

Ed Stone, uno dei responsabili del progetto presso il Caltech di Pasadena, ha seguito il viaggio di Voyager per un intera vita. Stone aveva 41 anni quando la sonda fu lanciata, ed ora che ne ha 77 continua a seguire lo spettacolare viaggio e commenta: “Ora che abbiamo nuovi e importantissimi dati crediamo che l’entrata nello spazio interstellare rappresenti un momento storico per l’intera umanità. Il team di Voyager avrà bisogno di tempo per analizzare tutti i dati e dargli un senso, ma finalmente potremo rispondere alla domanda che tutti si pongono ‘Siamo già arrivati oltre il confine del sistema solare?”. Sì, lo siamo”.

Anche se il viaggio di Voyager verso lo spazio interstellare continua, la sonda si trova ancora nel “purgatorio”, una sorta di “bolla stellare” che fa da confine tra sistema solare e spazio siderale. Bolla che per essere superata alla velocità a cui viaggia la sonda richiederà ancora 30mila anni di viaggio. E solo tra 40mila anni Voyager potrebbe raggiungere il primo obiettivo extra sistema solare: la stella AC+793888, che dista “appena” due anni luce dal nostro pianeta.

Il video Nasa della missione Voyager:

(Credit Photo: Nasa/CalTech-Pasadena)