Ye Shiwen, la cinese più veloce di Phelps: doping? Usa attaccano, lei nega

Pubblicato il 30 luglio 2012 18:13 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2012 19:51

LONDRA – A sedici anni una ragazza cinese nuota più veloce di campioni (uomini) di tutto rispetto. Più veloce di Ryan Lochte, più veloce di Michael Phepls. C’è chi strabuzza gli occhi davanti a quello che sembra un miracolo della natura e chi insinua il subbio: doping? Ye Shiwen, secondo alcuni americani, non è credibile. John Leonard, direttore esecutivo della World Swimming Coach Association e della Usa Swimming Coach Association, ha paragonato gli ultimi cento metri stile libero in 58,68 secondi della cinesina a quello delle atlete dell’Europa Orientale.

Ye, per la sua performance nei 400 misti individuali, ha vinto la medaglia d’oro. ”Dobbiamo esser prudenti quando parliamo di doping. Ma nella storia del nostro sport quando vediamo qualcosa di ‘incredibile’, e metto incredibile tra virgolette, la storia ci mostra che c’entra il doping”, ha detto Leonard al Guardian: ”Quegli ultimi cento metri, a gente che lavora in questo settore da anni, ricordano le nuotatrici dell’Europa dell’est. Ricordano i 400 misti di Michelle Smith a Atlanta”. Michelle Smith, irlandese, vinse i 400 misti nel 1996 e due anni dopo fu bandita per quattro anni per doping.

LA DIRETTA INTERESSATA SMENTISCE Ye Shiwen nega ”categoricamente” il doping. ”Non c’è alcun problema di doping. La squadra cinese ha regole ferree”, ha detto la giovanissima atleta.