#YoTambienMeDormi, medici crollati dal sonno in corsia: la campagna virale FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Maggio 2015 14:08 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2015 14:08

CITTA’ DEL MESSICO – I giovani medici lavorano troppo? Secondo le foto postate online nell’ambito di una campagna #YoTambienMeDormi (anch’io mi sono addormentato): tirocinanti addormentati sui lettini del reparto di chirurgia, crollati sul tavolo, appisolati sui ripiani dei carrelli delle medicine. E c’è chi critica tutto questo.

A farlo è stato un paziente messicano di Monterrey. E’ stato lui che ha dato inizio a tutto, postando online la foto di un medico addormentato accompagnata dal commento: “Sapevamo che è un lavoro molto stancante, ma i medici sono obbligati a fare il proprio mestiere. Ci sono decine di pazienti che hanno bisogno di cure”.

Quella foto, e soprattutto quelle parole, hanno fatto indignare un altro medico messicano, Juan Carlos. Consapevole dei turni estenuanti svolti dai medici soprattutto nei primi anni, quando si lavora anche per 36 ore di seguito, Juan Carlos ha lanciato una campagna in rete sotto l’hashtag #YoTambienMeDormi e ha spiegato: “Anche a me è capitato di addormentarmi dopo aver operato uno, due, tre o quattro pazienti durante un turno regolare”. E la rete è stata invasa di foto di solidarietà che mostrava quanti medici sfruttano i minuti tra un’operazione e l’altra per riposarsi un po’.