Beppe Grillo: “Parlamento postribolo, Monti 20 di scorta, Berlusconi circondato”

Pubblicato il 2 Giugno 2013 8:16 | Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2013 0:28

”Il Parlamento è ormai diventato come un postribolo”.

Beppe Grillo, in un comizio a Siracusa, il primo giugno 2013.

La boutade è un po’ forte e fa il paio con questa:

 ”La vera criminalità organizzata ce l’abbiamo dentro il Parlamento: i nostri parlamentari, che sono il 25% degli eletti e sono l’unica e vera opposizione, non possono lavorare perché sono sequestrati con tecniche dilatorie dentro le Camera”.

Beppe Grillo però ha anche infilato, nell’occasione, una serie di massime con cui non si può che essere d’accordo:

Scorte:

Berlusconi a Brescia era circondato dalle forze dell’ordine, mentre Monti, che non lo c… più nessuno gira con 20 persone attorno. Abbiano il coraggio di girare tra la gente e usino i mezzi pubblici o le biciclette, come facciamo noi e come si fa nei Paesi civili”.

Vilipendio:

”È vilipendio dire che mentre si indagavano 22 ragazzi di Nocera inferiore, per un reato che non esiste da nessuna parte, per delle frasi sul mio blog, poi rimosse, si cancellavano nastri registrati?”.