Beppe Grillo, show Rai 1993: “L’errore di Berlusconi? Fidarsi dei giornalisti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Marzo 2013 6:10 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2013 21:00
Beppe Grillo alla Rai nel 1993: "L'errore di Berlusconi? Fidarsi dei giornalisti"

Beppe Grillo alla Rai nel 1993: “L’errore di Berlusconi? Fidarsi dei giornalisti”

…e Berlusconi? Berlusconi, io… credevo che fosse un uomo straordinario, ma fa delle cose che non si capisce… è che va in quelle cliniche per dimagrire, gli fanno la liposuzione, e devono avergli liposucchiato una parte del cervello… (applauso fragoroso)… ma no, ma no! State fermi… ma no… per piacere… è un uomo… ma no, per l’amor di Dio!… E’ un uomo che… finalmente è venuto fuori, finalmente faremo chiarezza… finalmente non è più il politico da dargli delle pennellate di unto, non unge più dei politici: c’è rimasto lui e deve rischiare lui.

E ha fatto la prima cappella, quella di fidarsi dei giornalisti: è andato lì, gli han chiesto una preferenza, lui ha detto “quello no”, tutti titoloni, ed è rimasto vittima di un giornalismo che ha creato anche lui. Perché è un uomo, questo qua, che sta facendo… tra un po’ farà un botto pazzesco, perché è un uomo che è Cavaliere del Lavoro ma dovrebbe essere chiamato cavaliere dell’Apocalisse perché c’ha quattromila miliardi di debiti.

Ma come fa uno a fare quattromila miliardi di debiti? Io dovevo 300.000 lire a uno, mi dormiva sul pianerottolo se non gliele davo. E questi sono i grandi economisti? (applausi del pubblico) Sono i grandi economisti? Ma vedi come gli si ritorce contro tutto a questi qua? Gli si ritorce contro tutto: i giornali, i giornalisti, i suoi giornali… gira su se stesso.

Beppe Grillo, show alla Rai in prima serata, Teatro delle Vittorie, Roma, 25 novembre 1993.