La crisi nata dalle banche mascherata da crisi del debito pubblico

Pubblicato il 8 agosto 2012 6:31 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2012 18:46

“Approvando senza un minimo di discussione il testo (del Fiscal Compact, ndr) la maggioranza parlamentare ha però fatto anche di peggio. Ha impresso il sigillo della massima istituzione della democrazia a una interpretazione del tutto errata della crisi iniziata nel 2007. Quella della vulgata che vede le sue cause nell’eccesso di spesa dello Stato, soprattutto della spesa sociale. In realtà le cause della crisi sono da ricercarsi nel sistema finanziario, cosa di cui nessuno dubitava sino agli inizi del 2010. Da quel momento in poi ha avuto inizio l’operazione che un analista tedesco ha definito il più grande successo di relazioni pubbliche di tutti i tempi: la crisi nata dalle banche è stata mascherata da crisi del debito pubblico”.

Da un articolo di Luciano Gallino pubblicato su “Repubblica” del 30 luglio 2012