Totò Riina: “Provenzano? Un ragazzo dabbene, che non poteva fare malavita”

Pubblicato il 23 gennaio 2014 5:59 | Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2014 15:20
Totò Riina: "Provenzano? Un ragazzo dabbene, che non poteva fare malavita"

Totò Riina (LaPresse)

“Provenzano (Bernardo detto Binnu, ndr) non era del convento mio. Certo che lo rispettavo, ma lui era convinto che le cose erano a tarallucci e vino. Era un ragazzo dabbene, non un ragazzo che poteva fare malavita, non aveva niente a che vedere con la mafia”.

Totò Riina al boss della Sacra Corona Unita Alberto Lorusso, Carcere di Opera, Milano, 4 agosto 2013.