Adottare un gatto o un cane: come farlo responsabilmente

di Veronica Segantini
Pubblicato il 28 marzo 2018 12:03 | Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2018 12:06
Come adottare responsabilmente un cane o un gatto

(Foto d’archivio)

Adottare un cane o un gatto significa molto: un animale non è un giocattolo che può essere messo via quando non dà più gioia. Come dice lo stesso termine “adottare”, prendere un animale domestico è più simile alla adozione di un bimbo che all’acquisto di un bene materiale. Eppure troppo spesso ce lo si dimentica, soprattutto se ci sono di mezzo desideri estemporanei, magari figli che per Natale desiderano il cucciolo, che però non resterà sempre cucciolo…

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

In tutta Italia sono molte le realtà che sensibilizzano sul tema, per lo più volontari che gestiscono canili o gattili con l’occhio attento a e amorevole, ma anche coscienzioso, e che mettono in guardia chi vuole un cane o un gatto sul fatto che questi vivrà per dieci, quindici, anche vent’anni, e vivrà con le sue esigenze e le sue necessità.

Il Comune di Roma, in cui i gatti che vivono in colonie pubbliche sono moltissimi, ha messo a punto una iniziativa per sensibilizzare sulle adozioni di mici e cagnolini. In particolare, come si legge sul sito del Comune, “la Direzione promozione tutela ambientale e benessere degli animali del Dipartimento tutela ambientale di Roma Capitale invita coloro che sono interessati ad adottare un cane o un gatto a rivolgersi alle strutture di Roma Capitale”, che offre un servizio di consulenza.

Sul sito si legge:

Adottare un cane o un gatto migliora la vita ovviamente dell’animale, della persona che lo accoglie nella propria vita e aiuta la società a fronteggiare il costoso fenomeno del randagismo. Sono numerosi, infatti, a Roma e nell’area metropolitana i cani e i gatti attualmente ospitati presso canili e gattili. Quasi sempre sono adulti e nella maggior parte dei casi una volta entrati in una struttura ci trascorreranno il resto della loro vita.

LEGGI ANCHE: COME SI CALCOLA L’ETA’ DI UN GATTO

Lo stesso Comune ricorda che solitamente nelle adozioni vengono preferiti i cuccioli: si pensa che saranno più facili da gestire e da educare, anche se non sempre è così. Spesso, infatti, sono proprio gli animali adulti ad essere più “gestibili”, dal momento che vediamo come sono. Inoltre un animale adulto che è stato abbandonato sarà sempre riconoscente e grato a chi lo adotterà.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other