Alce ferito nella battuta di caccia, il giorno dopo incorna il cacciatore e lo uccide

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 1 Settembre 2020 12:25 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2020 12:25
Alc incorna il cacciatore e lo uccide

Alce ferito nella battuta di caccia, il giorno dopo incorna il cacciatore e lo uccide

Un alce ha ucciso un cacciatore in Oregon prendendosi così la sua vendetta verso l’uomo che l’aveva ferito nella battuta di caccia.

Mark David, un cacciatore di 66 anni, stava cacciando con un arco in un’area di proprietà privata a Tillamook, in Oregon, quando ha individuato un alce e lo ha colpito, ferendolo, con una freccia.

Il cacciatore ha poi cercato la sua preda ma il tramonto ha reso vane le sue ricerche. Il giorno dopo si è ripresentato nel parco ed ha trovato l’alce.

Mentre l’uomo era pronto a scagliare la freccia che avrebbe dovuto porre fine alla vita dell’animale, quest’ultimo lo ha caricato e colpito con le corna al collo uccidendolo.

Con il cacciatore c’era anche il proprietario del terreno che ha cercato di aiutarlo, ma la ferita era troppo grave. 

Secondo la polizia locale, l’alce è stato successivamente ucciso e la sua carne è stata donata alla prigione della contea di Tillamook.

Come scrive Fox News, la stagione di caccia all’alce si estende nell’Oregon da agosto a settembre inoltrato, ed è consentita su proprietà private col consenso del proprietario.

È comunque sconsigliato il periodo estivo in quanto coincide con la stagione dell’accoppiamento delle alci, che rende gli esemplari maschi particolarmente aggressivi e inclini alla carica.

Probabilmente, scrive ancora il sito, l’incidente avvenuto in Oregon si deve al ferimento di un esemplare in calore. (fonte FOX NEWS)