YOUTUBE Ape gigante di Wallace scoperta in Indonesia: si pensava fosse estinta da 40 anni

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 22 febbraio 2019 15:53 | Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2019 15:53
ape gigante wallace

Ape gigante di Wallace scoperta in Indonesia: si pensava fosse estinta da 40 anni

ROMA – L’ape gigante di Wallace si pensava che si fosse estinta quasi 40 anni fa. Invece è stata riscoperta su un’isola indonesiana in questi mesi.

Il vero nome è Megachile pluto: l’insetto è però conosciuto anche come ape gigante di Wallace dal  nome del naturalista britannico Alfred Russel Wallace che la scoprì sull’isola indonesiana di Bacan nel 1858.

L’ultimo avvistamento risaliva al 1981, quando l’entomologo americano Adam Messer aveva osservato alcuni esemplari su tre isole indonesiane e ne aveva studiato il comportamento. Poi, per 38 anni, nessuno aveva più visto l’ape gigante di Wallace.

Come scrive Newsweek, l’attuale scoperta è stata fatta da un team guidato da Clay Bolt ed Eli Wyman. I due hanno organizzato una spedizione sull’isola indonesiana di North Moluccas e dopo cinque giorni hanno trovato un esemplare femmina che viveva in un nido di termiti su un albero a circa 2,4 metri dal suolo.

Le femmine di questa specie possono raggiungere una lunghezza di 3,9 cm con un’apertura alare di circa 6,3 cm.

Wallace, nel 1858 descrisse l’ape femmina come “un grande insetto nero simile a una vespa, con immense mascelle [che assomigliano a quelle di] un cervo volante”.  

“E ‘stato assolutamente incredibile vedere questo insetto che non eravamo più sicuri di trovare” spiega Bolt al Daily Mail. “Abbiamo avuto una prova reale [dell’esistenza di questo insetto proprio lì, davanti a noi]. E’ stato bello vedere quanto è grande e bella la vita, sentire il suono delle sue gigantesche ali che tremano mentre l’insetto vola sopra la nostra testa. E’ stato tutto incredibile”

Nonostante le sue dimensioni, non si sa quasi nulla del ciclo di vita segreto della femmina, a parte il fatto che viva in gran parte da sola e che si nasconda tra le termiti, ricoprendosi ilcorpo con della resina impermeabile.

Il mese scorso, Bolt e i suoi colleghi erano sbarcati in Indonesia alla ricerca di termitai tra gli alberi, l’ultimo posto in cui uno scienziato aveva avvistato questa specie. In Indonesia hanno perlustratol’isola di  North Moluccas; qui, ad un certo punto hanno trovato un nido su un albero. La guida locale ha illuminato con il telefono il foro nell’albero ed ha scoperti un’ape Wallace, la prima da decenni. Bolt ha delicatamente toccato l’ape con dei fili d’erba ed ha poi realizzato queste riprese. 

Fonte: Daily Mail.

Fonte: Ansa.