Brando, il cane più triste del mondo trova una nuova casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 giugno 2018 13:23 | Ultimo aggiornamento: 4 giugno 2018 13:23
Brando, trova nuova casa il cane più triste del mondo

Brando, il cane più triste del mondo trova una nuova casa

ROMA – Brando, un cane abbandonato lo scorso maggio e portato al canile di Troia vicino Foggia, ha trovato una nuova casa. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Quel cane magro e terrorizzato, tanto da essere ribattezzato “il cane più triste del mondo”, dopo giorni passati immobile nel canile finalmente ha lasciato la gabbia per raggiungere una nuova famiglia che si prenderà cura di lui.

Il sito Fanpage scrive che gli operatori erano rimasti colpiti da questo animale che era arrivato nel loro canile e che è stato chiamato Brando. Tanti gli appelli sui social network per ricostruire la sua storia e che sono andati a vuoto: il passato di questo cane resterà oscuro, ma intanto una nuova famiglia lo attende in Toscana:

“Non conosciamo la sua storia, né chi sia stata la sua famiglia. Brando ha difficoltà ad ambientarsi, mangia molto poco e trascorre gran parte della sua giornata immobile in un angolino”, avevano spiegato gli operatori.  Anche per questo aveva avuto l’appellativo di cane più triste del mondo, ma ora Brando, questo il nome del cane, ora può tornare finalmente a sorridere. Dopo i tanti appelli, soprattutto attraverso il web e i social, infatti, una famiglia toscana ha accettato di prenderlo come nuovo componente familiare e il cane ha finalmente raggiunto la sua nuova casa a Scandicci, vicino Firenze.  Gli addetti del canile dove Brando era ospitato infatti sono stati contattati da una coppia di coniugi toscani che si è detta pronta a prendersi cura  di lui e fargli tornare il sorriso. I volontari, dopo le dovute verifiche, quindi hanno organizzato il suo viaggio e, attraverso una staffetta con altri operatori, venerdì primo giugno  Brando ha salutato il meticcio con cui ha stretto una grande amicizia, Maia, ed è partito dalla Puglia con gli accompagnatori verso la sua nuova famiglia”.