Bulgaria, cucciolo di delfino muore per la troppa fatica durante l’esibizione

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Settembre 2019 16:43 | Ultimo aggiornamento: 4 Settembre 2019 16:43

Un delfino (foto Ansa)

ROMA – Un cucciolo di delfino nato da soli 9 giorni è morto durante uno spettacolo in un parco acquatico a causa di un sovraccarico di lavoro. E’ accaduto al Vana Dolphinarium in Bulgaria: il piccolo è deceduto durante un’esibizione. A raccontarlo sono stati i visitatori che hanno assistito alla morte del cucciolo in diretta.

Gli stessi spettatori hanno notato anche un cambiamento improvviso da parte degli altri delfini avvenuto durante lo show, con gli altri delfini che hanno smesso improvvisamente di giocare e saltare.

I titolari del delfinario hanno negato l’accaduto e hanno assicurato che la morte del piccolo non è avvenuta durante lo spettacolo. Le due versione sono molto in contrasto: quella del delfinario è stata però confermata anche dal biologo Tsvetan Stanev che lavora per la  struttura: secondo Stanev, nessun delfino si è mai esibito prima dei sei mesi di età. In questo caso sia il cucciolo, sia la madre, non partecipavano alle esibizioni poiché i piccoli nati non possono essere separati dalla madre per almeno sei mesi dopo la nascita.

Nel parco, rassicurazioni a parte, si registra però un tasso altissimo di delfini morti. Negli ultimi cinque anni sono stati infatti riportati già cinque decessi. Questo significa che le condizioni del delfinario non soddisfano gli standard minimi per la custodia dei delfini, animale che come sappiamo hanno bisogno di molto spazio per muoversi e che sono noti anche per essere degli animali sociali.  

In seguito alla morte del cucciolo, gli animalisti hanno lanciato una petizione per chiedere l’immediata chiusura del parco e alcuni firmatari hanno commentato dicendo di aver visto con i loro occhi il modo terribile in cui gli animali vengono trattati nella struttura.

 Fonte: GreenMe