Canicattì (Agrigento), uccide un gatto per mangiarlo: il cadavere nello zaino

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Giugno 2019 9:04 | Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2019 9:04
Canicattì (Agrigento), uccide un gatto per mangiarlo: il cadavere nello zaino

Canicattì (Agrigento), uccide un gatto per mangiarlo: il cadavere nello zaino

CANICATTI’ (AGRIGENTO) –  Ha ucciso un gattino per mangiarlo. Poi, quando la polizia è arrivata allertata da alcuni passanti, ne ha nascosto i resti nello zaino. E’ accaduto a Canicattì, in provincia di Agrigento. 

Qui, nel parcheggio di un supermercato del centro del paese, un cinquantenne rumeno senza fissa dimora ha preso un micio e, con un coltello da sub, lo ha ucciso ed eviscerato. E’ stato però notato da alcuni clienti del negozio, che hanno chiamato la polizia. 

Quando gli agenti si sono presentati hanno trovato l’uomo con le mani ancora insanguinate che, alla vista della polizia, stava gettando qualcosa sotto ad una auto. Si trattava delle interiora del povero animale. I poliziotti hanno quindi chiamato i veterinari del distretto Asp di Canicattì, ma per il micio ormai non c’era più nulla da fare. 

Nello zaino dell’uomo gli agenti hanno poi trovato il coltello da sub usato per uccidere l’animale ed un sacchetto con i resti del gattino.

“Volevo mangiarlo”, la folle giustificazione dell’uomo, che è stato denunciato alla Procura con l’accusa di uccisione di animale e porto illecito di arma bianca e segnalato ai Servizi sociali del Comune di Canicattì. (Fonte: Ansa)