Cibo per gatti e cani: carni diverse da quelle in etichetta in 3 pappe su 4

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 ottobre 2018 10:54 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2018 10:54
Cibo per gatti e cani: carni diverse da quelle in etichetta in 3 pappe su 4

Cibo per gatti e cani: carni diverse da quelle in etichetta in 3 pappe su 4 (Foto Ansa)

Carni non dichiarate in etichetta nel cibo per cani e gatti. Secondo quanto emerso da uno studio dell’Università di Padova che ha esaminato 40 alimenti umidi e secchi indicati per diete proteiche dei nostri amici a quattro zampe solo in dieci campioni è stata confermata la corrispondenza tra le carni elencate in etichetta e quelle che erano davvero nelle confezioni. Trenta i campioni che invece mentivano sulla composizione del cibo. 

In particolare, spiega Erika Corpo sul Salvagente, cinque campioni non contenevano la specie animale di carne dichiarata, 23 rivelavano la presenza di specie animali non dichiarate e due avevano un’etichetta vaga, che non permetteva di risalire alla specie animale. 

Tra le carni che con più frequenza sono presenti nei cibi ma non sono indicate nella lista degli ingredienti risultano maiale, pollo e tacchino. 

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica BMC Veterinary Research. Le criticità emerse, che concernono tre quarti dei campioni sottoposti ad analisi, riguardano anche alimenti per animali che soffrono di particolari disturbi o intolleranze, e che quindi avrebbero bisogno di seguire una dieta proteica tout court.

Nella ricerca non sono stati pubblicati i nomi commerciali dei prodotti analizzati, e così non è possibile purtroppo evitare quei cibi che hanno sull’etichetta indicazioni che non corrispondono all’effettivo contenuto.