Corea del Sud, centinaia di cani e cuccioli salvati dalla macellazione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 febbraio 2019 6:00 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2019 20:38
Cani e cuccioli salvati da macellazione in Corea del Sud

Corea del Sud, centinaia di cani e cuccioli salvati dalla macellazione

SEUL – A Hongseong, Corea del Sud, centinaia di cani e cuccioli in attesa della macellazione sono salvi grazie all’intervento dell’Humane Society International (HSI), un’organizzazione di beneficenza per i diritti degli animali. Nella squallida fattoria di Hongseong, venivano allevati cani per poi macellarli e venderne la carne, cuccioli e adulti erano imprigionati in gabbie anguste e arrugginite. 

Gli attivisti hanno salvato circa 200 cani tra chihuahua, corgi, husky, yorkshire terrier, barboncini, pomerania, shih tzus e bulldog francesi. All’interno della fattoria c’erano cuccioli appena nati chiusi nelle gabbie mentre quelli pronti per la macellazioni erano tenuti fuori al gelo, in attesa di essere venduti ai ristoranti locali, scrive il Daily Mail. 

Molti cani presentavano lesioni o deformità non curate alle zampe poiché vivevano in piccole gabbie senza un’adeguata pavimentazione, alcuni avevano il pelo arruffato o le loro ciotole erano senza acqua. “Con la chiusura di questo allevamento abbiamo portato alla luce una realtà scioccante”, ha detto Nara Kim di HSI Corea del Sud. 

Dopo le trattative con l’agricoltore, che includono un accordo di 20 anni in cui garantisce la sospensione del commercio di carne di cane, HSI è stata finalmente in grado di salvare gli animali. Il proprietario, Lee Sang-gu, era ansioso di chiudere la fattoria poiché il commercio di carne di cane è diventato meno redditizio: in Corea del Sud, il consumo sta diminuendo velocemente, in particolare tra le giovani generazioni.