Coronavirus, duemila cani abbandonati con la scusa dell’emergenza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Marzo 2020 19:29 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2020 19:29
Coronavirus, oltre duemila cani abbandonati con la scusa dell'emergenza

Coronavirus, oltre duemila cani abbandonati con la scusa dell’emergenza (foto ANSA)

ROMA – Ora anche il coronavirus diventa motivo di abbandono di cani ed altri animali, nei cento canili monitorati dall’associazione italiana difesa animali ed ambiente, dal 20 febbraio a ieri domenica 8 marzo sono entrati nei canili quasi duemila cani in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con una media di oltre cento cani al giorno e in quasi tutti i casi chi ha portato i cani in canile ha sostenuto di non poterli più gestire a causa del coronavirus o comunque per motivi di malattia, non dei cani ma dei proprietari.

Il dato complessivo sull’abbandono in questi primi giorni è incrementato di circa 30 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Passando da 7.000 a circa 9.000 nuove entrate in canile in venti giorni. (fonte UFFICIO STAMPA)