Denti dei gatti: come prevenire i problemi

di Veronica Segantini
Pubblicato il 7 febbraio 2018 14:30 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2018 15:25
Come prevenire i problemi ai denti del gatto

Denti dei gatti: come prevenire i problemi

La salute passa dai denti: questo vale per gli esseri umani come per cani e gatti. Per i mici, in particolare, è bene prestare attenzione a dettagli che all’apparenza potrebbero sembrare quasi insignificanti.

I gatti hanno la stessa dentatura dei grandi felini come il leone o il leopardo, cambiano solo le dimensioni. Ogni micio ha 30 denti: 12 incisivi minuscoli, 8 premolari, sei molari e quattro canini, che sono sono simili a degli organi veri e propri. I canini dei felini, infatti, sono innervati, e quindi sensibili. Per questo motivo i felini sono bravi cacciatori.

Solo che i mici domestici non vanno certo a caccia, e così la masticazione è molto ridotta. E qui nascono i primi problemi alla dentatura, con la comparsa di placca e tartaro, soprattutto se il nostro compagno peloso mangia in prevalenza pappe umide.

Il problema placca non è da sottovalutare: non si tratta di una questione estetica, ma di salute. Placca e tartaro, infatti, possono mettere a rischio non solo la smalto del dente, ma anche le gengive, attraverso le quali le infezioni possono arrivare all’intero organismo.

PREVENZIONE – Per prevenire problemi alla bocca e ai denti il suggerimento è di stimolare la masticazione del nostro micio. Per questo è importante che non mangi solo pappe umide e molli, ma anche crocchette dure, che gli facciano usare i denti. Inoltre lo strofinamento dei croccantini sui denti attua una sorta di pulizia, togliendo la placca.

SINTOMI – E’ buona cosa, in ogni caso, osservare regolarmente la dentatura e la bocca del nostro micio. I segnali di qualcosa che non va sono piuttosto evidenti: alito pesante, denti ingialliti o spezzati, scarso appetito, dolore durante la masticazione, salivazione eccessiva. In ciascuno di questi casi è bene consultare subito il veterinario.