Devon, chichuahua rapito da un gabbiano. Potrebbe essere vivo: l’osso ritrovato è di coniglio

di Daniela Lauria
Pubblicato il 30 Luglio 2019 5:54 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2019 19:11
Devon, chichuahua rapito da un gabbiano. Potrebbe essere vivo: l'osso ritrovato è di coniglio

In foto Gizmo, il chihuahua rapito e un gabbiano

DEVON – Potrebbe essere ancora vivo il chihuahua Gizmo, 4 anni, catturato e “rapito” da un gabbiano a Devon. Dopo la macabra scoperta su un tetto di una zampetta, grazie alle analisi è risultato che si tratta di un osso di coniglio, il che fa ipotizzare che Gizmo potrebbe essere riuscito a scappare dalle grinfie del gabbiano.

A dare la buona notizia alla padrona Rebecca Hill, 24 anni, è stato Hayley Pfeffer, il veterinario che ha esaminato l’osso. Come riporta il Sun non è la zampa di un cane, le unghie sono di un coniglio e sono presenti dei peli nei punti in cui il cane ha invece i cuscinetti.

Nell’apprendere che Gizmo potrebbe essere ancora vivo, Rebecca ha tirato un sospiro di sollievo e ringraziato chi telefona per dare informazioni utili a ritrovarlo. Nel Regno Unito, ma il discorso non è diverso per l’Italia, i gabbiani sono una minaccia, attaccano gli animali e John Woodcock, parlamentare britannico, nel tentativo di ridurre il numero, ha proposto di dare ai volatili dei mangimi che contengano contraccettivi.

“Da anni il problema dei gabbiani è una minaccia, mettere contraccettivi nel mangime in alcune zone si è rivelato efficace, un’alternativa è sostituire le uova vere con quelle finte”.

Woodcock intende eliminare le lungaggini burocratiche: “Lasciate che le comunità locali prendano provvedimenti contro queste grasse canaglie aggressive che fanno irruzione, riducono uno schifo le auto, rubano il cibo dalle mani e terrorizzano gli animali domestici”. 

Fonte: Daily Star