Elefante ha protesi: senza gamba per colpa di una mina FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Novembre 2015 14:36 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2015 14:36

BANGKOK (THAILANDIA) – Un elefante che non aveva più una zampa è riuscita a tornare a camminare grazie ad una protesi. Montala è un elefante di 50 anni che vive in Thailandia: l’animale ha 50 anni e mentre stava camminando nella giungla thailandese ha calpestato una mina che le è esplosa maciullando una gamba.

L’animale utilizzato per trasportare merci nella giungla, nel momento dell’esplosione avvenuta nel 1999, era alla ricerca di cibo. Nel 2006, Montala ha ricevuto la sua prima gamba artificiale nel 2006, diventando così il primo elefante con una protesi permanente. La storia di questo animale e stata raccontata dal documentario ‘The Eyes of Thailand’.

I soldi per operare Montala sono stati raccolti tramite la piattaforma GoFundMe che offre la possibilità di donare soldi agli elefanti che hanno perso le gambe. Ora, come spiegano nel sito, dopo Montala per operare Mosha, altro elefante thailandese utilizzato per lavoro e per il trasporto di oggetti.

L’elefante è il simbolo della Thailandia e animale un sacro a Buddha, Si racconta che sotto le cui sembianze si dice che il Dio scese sulla terra. Secondo un rapporto di Traffic, organizzazione che monitora il commercio di piante e animali selvatici, in Thailandia si contano tra i 2mila e i 3mila elefanti selvatici. Nel Paese vive anche una popolazione di circa 4mila elefanti domestici.