Filippine: trovata balena morta con 40 kg di plastica nello stomaco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 marzo 2019 6:43 | Ultimo aggiornamento: 18 marzo 2019 18:19
Filippine: trovata balena morta con 40 kg di plastica nello stomaco

Filippine: trovata balena morta con 40 kg di plastica nello stomaco (Foto Ansa)

ROMA – Uccisa da 40 kg di oggetti di plastica nello stomaco: è la triste fine di una balena trovata morta su una spiaggia delle Filippine, a est di Davao City. 

Il cetaceo, chiamato anche zifio o balena del becco di Cuvièr, dal nome dell’anatomista Georges Cuvier che per primo descrisse un cranio imperfetto di questa specie, era stata vista da gente del posto in fin di vita, dopo essere stata sbarcata a Compostela Valley.

Dopo l’autopsia, i biologi del D’Bone Collector Museum di Davao City hanno stabilito che la morte del cetaceo è avvenuta per uno shock gastrico provocato dall’ingestione di troppo materiale plastico scambiato per cibo.

Nello stomaco c’erano centinaia di oggetti di plastica, tra cui 16 sacchi di riso, quattro del tipo utilizzato nelle piantagioni di banane, numerose buste della spesa e centinaia di altri frammenti di plastica. Balene e delfini spesso ingeriscono plastica e altri inquinanti del mare, scambiandoli per cibo. 

L’autopsia è stata effettuata da Elaine Belvis e dal biologo marino americano Darrell Blatchley,  fondatore e presidente del D’Bone Collector Museum sull’isola filippina di Davao. “E’ una scoperta tragica ed è molto triste vedere l’effetto che gli umani stanno avendo sulla vita marina”, il commento di Blatchley.

“E’ la quantità di plastica più grande mai vista in una balena. È disgustoso. I governi dovrebbero prendere dei provvedimenti nei confronti di chi continua a considerare i corsi d’acqua e l’oceano come discariche”.

Fonte: Daily Mail