Florida, agente di Polizia a passeggio sulla spiaggia salva un bambino da uno squalo VIDEO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 20 Luglio 2020 10:36 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2020 10:40
florida,agente di polizia salva bambino

Florida, agente di Polizia a passeggio sulla spiaggia salva un bambino da uno squalo

Florida, un agente di Polizia si getta nell’oceano per mettere in salvo un bambino che sta nuotando su uno slittino.

Florida, l’agente di Cocoa Beach Adrian Kosicki, lo scorso giovedì stava camminando lungo la spiaggia con sua moglie.

Improvvisamente ha notato uno squalo avvicinarsi al ragazzo in un punto di bassa marea. 

L’uomo, come mostra il video condiviso su Facebook dalla Polizia, urla al ragazzino: “Ehi, c’è uno squalo proprio lì “. Un’altra persona presente sul luogo aggiunge: “Eccolo là!”

 Kosicki non ci ha pensato due volte. Per salvare il bambino si è gettato in acqua ed ha trascinato con la corda la tavola su cui si trova il bambino.

La Polizia, dopo aver diffuso il video ha scritto:

“Non siamo biologi marini e non veniamo istruiti e addestrati per distinguere tra le varie specie di squali, le loro rispettive abitudini alimentari e l’aggressività nei pressi dei nuotatori”.

“L’unica cosa che facciamo al meglio è però proteggere la gente dai pericoli che corrono”.

Primato mondiale di attacco di squali

Nei mesi di luglio, agosto, settembre e ottobre, la Florida ha il primato mondiale di attacchi di squali.

Ciò è dovuto all’aumento della temperatura dell’acqua in quei mesi e dalla forte presenza umana. 

Cocoa Beach si trova nella contea di Brevard. Dopo quella di Volusia conta il secondo maggior numero di attacchi di squali.

Daytona Beach e New Smyrna Beach che si trovano a Volusia sono conosciute come le capitali mondiali del morso da squalo, scrive Brevard Times.

La Polizia elogia il gesto dell’agente 

“Grazie ad Adrian, non sapremo mai quali fossero le intenzioni di quello squalo” ha scritto la Polizia nel ringraziare l’agente.

“Quel bambino avrà per sempre una storia abbastanza bella da raccontare, ottimo lavoro!” ha concluso la Polizia nel post pubblicato su Facebook dedicato alla vicenda (fonte: Fox News).