Gatto Larry chiuso fuori da Downing Street con la pioggia. Ma un agente lo salva VIDEO

di Veronica Segantini
Pubblicato il 21 novembre 2018 10:07 | Ultimo aggiornamento: 21 novembre 2018 10:07
Gatto Larry chiuso fuori da Downing Street con la pioggia. Ma un agente lo salva VIDEO

Gatto Larry chiuso fuori da Downing Street con la pioggia. Ma un agente lo salva

LONDRA – Hanno fatto scalpore nel Regno Unito le immagini del gatto Larry lasciato a prendere la pioggia davanti al portone del numero dieci di Downing Street. Il micio del primo ministro britannico, infatti, era rimasto fuori casa quando ha iniziato a piovere, ma non ha perso il contegno british: ha atteso finché le guardie si sono accorte dell’accaduto e gli hanno aperto la porta di casa. 

Del resto il gatto Larry non è un gatto qualunque. Arrivato a Downing Street con l’ex premier David Cameron e la sua famiglia, che nel 2011 lo aveva prelevato da un gattile di Battersea, a Londra, non ha mai abbandonato gli appartamenti riservati al primo ministro del Regno. 

Cameron lo lasciò lì con una motivazione tanto semplice quanto inusuale: “Larry non è un gatto privato”. E infatti questo micio è un “impiegato dello Stato”, come precisò all’epoca il portavoce dell’ex premier, con la carica di Chief Mouser to the Cabinet Office, ovvero “Capo cacciatore di topi per l’ufficio di Gabinetto”. 

Larry venne scelto per il ruolo grazie al suo “forte istinto predatorio”. La sua nomina riprese una tradizione interrottasi nel 1997 con il gatto Humphrey, ultimo cacciatore ufficiale di topi a Downing Street. In seguito il compito era stato affidato a Sybil, gatto privato del cancelliere dello Scacchiere pro tempore Alistair Darling. Ma Sybil non si era ambientato e nel 2007 era stato rispedito in Scozia

Un’altra differenza rispetto ai suoi predecessori è data dalla popolarità social di cui gode Larry, che ha un proprio profilo Twitter ufficiale con oltre 200mila follower e una pagina di Wikipedia dedicata. Un vero e proprio vip a quattro zampe.