Gatto e tumore: 10 sintomi che possono segnalare un cancro

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 novembre 2017 9:39 | Ultimo aggiornamento: 21 novembre 2017 9:39
Gatto- tumore-sintomi

Gatto e tumore: 10 sintomi che possono segnalare un cancro

I tumori sono una delle cause di morte più frequenti non solo per gli esseri umani, ma anche per i gatti. Eppure basterebbe prestare attenzione ad alcuni sintomi per arrivare ad una diagnosi precoce che può salvare la vita al proprio micio.

In particolare ci sono l’American Veterinary Medical Association ha individuato 10 sintomi che possono indicare la presenza di un cancro nel felino e che sono stati elencati in un articolo del Reader’s Digest.

  1. Si nasconde troppo spesso. I gatti amano nascondersi e riescono ad intrufolarsi anche in posti difficili da raggiungere o assai particolari, ma se lo fanno con eccessiva frequenza può voler dire che qualcosa non va, soprattutto se questo succede quando arriva il momento di mangiare. Se anche non indica la presenza di un tumore, questo comportamento può significare che qualcosa non va.
  2. Malessere o dolore. Nei gatti il tumore può essere doloroso: se il micio piange o si lamenta, per esempio, quando lo si tocca, potrebbe voler dire che qualcosa non va.
  3. Dimagrimento improvviso. Una perdita di peso importante può essere il sintomo di un tumore del tratto gastrointestinale. Il dimagrimento, in caso di tumore, può verificarsi anche se il gatto continua a mangiare. Quindi è bene consultare un veterinario.
  4. Aumento di peso. Anche un improvviso aumento di peso o gonfiore può essere il segnale di un tumore, anche in questo caso per lo più del tratto gastrointestinale, sia che si verifichi insieme ad un aumento dell’appetito sia che il micio continui a mangiare le sue normali razioni ma ingrassi.
  5. Cambiamenti nella bocca. Infezioni, cattivi odori, sanguinamento o cambiamenti nel colore delle gengive possono essere la spia di un tumore alla bocca, soprattutto nei mici anziani. Il consiglio dei veterinari è di osservare la bocca del proprio gatto quando sbadiglia o mangia, per controllare che non ci siano cose strane, e in questa eventualità andare subito dal veterinario.
  6. Sanguinamento del naso. Nei gatti non è mai una cosa normale, a meno che non si tratti di un cucciolo: in questo caso potrebbe esserci qualcosa conficcata nel naso. Ma se a sanguinare è il naso di un micio anziano, allora è meglio andare dal veterinario.
  7. Cambiamenti nell’uso della lettiera. In caso di diarrea continua, di sangue nell’urina o nelle feci, di difficoltà a fare pipì è sempre bene consultare un veterinario. Anche il vomito frequente può essere indice di un cancro, in particolare al tratto gastrointestinale.
  8. Secrezioni da naso e occhi. Nel primo caso possono essere il sintomo di un tumore facciale, nel secondo di un cancro all’occhio.
  9. Convulsioni. Movimenti a scatti o schiuma dalla bocca possono indicare un attacco di convulsioni che potrebbe essere indice di un tumore al cervello. Ci sono poi anche casi di convulsioni atipiche, che si manifestano con scatti di rabbia, anche verso il padrone, o tendenza a leccarsi eccessivamente.
  10. Cambiamenti della pelle. Rigonfiamenti, ferite che non guariscono, lesioni dolorose possono essere sintomo di un tumore. Anche in questo caso bisogna prima di tutto controllare regolarmente la pelle del proprio gatto, e se si nota qualcosa di strano contattare il veterinario.