Il gatto che pesca in mare VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Dicembre 2015 11:04 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2015 11:04
Il gatto che pesca in mare

Il gatto che pesca in mare

ROMA – I gatti amano il pesce ma di solito non amano l’acqua. Il micio di questo filmato fa però eccezione: con un’abilità tutta felina, allunga prima la zampa con cui afferra il pesce che sta nuotando a riva, per poi portarlo via tenendolo in bocca.

Il video, caricato da La Stampa, mostra ancora una volta il fatto che il gatto nel muovesi esprime la massima efficienza con il minimo dispendio di energie. La sua è infatti un’andatura detta a diagonale con le zampe posteriori che forniscono la spinta necessaria all’andatura.  Nella corsa il gatto si comporta quindi più da scattista che da fondista: le sue zampe sfiorano a malapena il terreno per ritornare sospese in aria.

La velocità della corsa deriva dall’allungamento totale del tronco e del passo. Un gatto domestico percorre per ogni ciclo di movimento una distanza pari a 3 volte la sua lunghezza, con una velocità media di circa 50 km/h. Individuata la preda il gatto le si avvicina rimanendo per lunghi attimi immobile a studiarne i movimenti come mostra anche questo filmato.  Quando il micio decide di partire, lo scatto per la cattura è velocissimo e la presa non lascia scampo alla preda.

Grazie alla sua muscolatura robusta della zona lombare e delle zampe posteriori il gatto riesce anche ad arrampicarsi con estrema facilità. Infatti per lui risulta molto più facile salire piuttosto che scendere perché la robustezza della muscolatura lombare non contribuisce a frenare la discesa che, quindi, è sempre velocissima.