Invasione di topi in Australia: il governo li combatte con il ‘napalm’ dei roditori, il letale bromadiolone

di Caterina Galloni
Pubblicato il 6 Giugno 2021 12:00 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2021 8:19
Invasione di topi in Australia: il governo li combatte con il 'napalm' dei roditori, il letale bromadiolone

Invasione di topi in Australia: il governo li combatte con il ‘napalm’ dei roditori, il letale bromadiolone (foto Ansa)

In Australia l’invasione dei topi è diventata una piaga di dimensioni enormi e nel timore che il numero di roditori raddoppi ogni tre settimane, il governo è pronto a combatterli con il “napalm per topi“: il bromadiolone, un potente rodenticida anticoagulante.

Invasione di topi in Australia: decine di milioni di roditori 

Da otto mesi decine di milioni di roditori invadono le comunità agricole, nel raggio di 1.000 km da Brisbane fino a Melbourne.

In soli tre mesi, due topi possono generare una colonia di quasi 400 roditori che a loro volta ne genereranno rapidamente decine di migliaia, riporta il Daily Mail Australia.

Un topo può vivere fino a due o tre anni e le femmine possono iniziare a riprodursi a sole sei settimane di età; possono dare alla luce dieci cuccioli ogni tre settimane e rimanere incinte già il giorno successivo al parto.

Gli esperti hanno avvertito che “senza uno sforzo concertato di esche velenose nelle prossime settimane la situazione potrebbe portare alla peste che durerà due anni”.   

Invasione di topi, il governo li combatte con il ‘napalm’

Nel disperato tentativo di bloccare l’invasione di topi, il governo del Nuovo Galles del Sud ha procurato 5.000 litri del bromadiolone, potente rodenticida anticoagulante, definito “napalm per topi”, il cui utilizzo su larga scala in agricoltura è però vietato.

Lo stato si è offerto di fornirlo gratuitamente, previa autorizzazione dell’Autorità australiana per i pesticidi e i farmaci veterinari.

Le proprietà del bromadolione, il ‘napalm’ per fermare l’invasione di topi

Secondo il National Pesticide Information Center, il bromadiolone uccide ratti e topi impedendo la coagulazione del sangue e può essere letale a partire dal giorno successivo in cui il roditore ha assunto il veleno.

Alcuni allevatori australiani sono preoccupati per i possibili effetti del bromadiolone sul loro bestiame.
E gli ambientalisti hanno avvertito che probabilmente ucciderà gli animali come aquile, serpenti e gufi che predano i topi.

Sulla costa orientale dell’Australia, la piaga dei roditori ha causato danni incalcolabili: hanno decimato i raccolti – abbondanti dopo le forti piogge – invaso case, scuole e ospedali.