Kim Kardashian a Sumatra siede sull’elefante FOTO: protestano gli animalisti

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 novembre 2018 12:22 | Ultimo aggiornamento: 9 novembre 2018 12:25

SUMATRA – Kim Kardashian siede su un elefante in un allevamento a Sumatra, Bali. Si tratta di un’immagine sensuale che sicuramente suscita ammirazione tra i fan. Non la pensano però allo stesso modo gli animalisti che si sono infuriati per il fatto che questi animali, prima di essere “messi a disposizione dei turisti, vengono sottoposti a stressanti, e spesso violente, sessioni di addestramento.

Peter Egan, attore e sostenitore della difesa degli animali, su Twitter ha scritto: “Ignoranza e mancanza di cura. Non capisce la crudeltà inflitta a questi poveri elefanti per il suo servizio fotografico?”.

Questi animali vengono annichiliti per annullare ogni forma di resistenza, spiega Egan. In questo modo vengono educati alla sottomissione di ogni ordine impartito da quelli che si considerano degli addestratori. Per “imparare” a portare in groppa le persone o a esibirsi in spettacoli, gli elefanti vengono legati e poi colpiti con aste di metallo affilate o arpioni. Il tutto, nella maggioranza dei casi, avviene quando questi animali sono ancora cuccioli e sono stati appena strappati alle loro madri.  

The Dodo Arinita Sandilya, addetta stampa di Wildlife SOS, spiegache gli elefanti vengono picchiati continuamente anche da adulti per rafforzare la loro obbedienza.  “Anche se è straziante, è importante che tutti sappiano che ogni singolo elefante che vedi mendicare per le strade, nei templi, nelle funzioni nuziali, nei circhi o sui joyrides sono stati tutti trattati allo stesso modo” spiega Sandilya. 

Kim Kardashian, da parte sua si è difesa dalla critiche dicendo che l’elefante montato proveniva da un salvataggio: “Abbiamo visitato un santuario di elefanti che ha salvato questi elefanti da Sumatra, dove altrimenti si sarebbero estinti.È un’organizzazione che sta lavorando per salvare questi bellissimi animali. Abbiamo fatto ricerche approfondite prima di partire”, ha spiegato la star di origini armene su Twitter. 

Quanto scritto dalla Kardashian non è bastato però a placare gli animalisti. La star non ha infatti citato il nome del santuario, non dando quindi la possibilità di offrire eventuali conferme. Anche perché questi santuari, a quanto pare, negano ai turisti la possibilità di montare sugli elefanti. 

Kim Kardashian a Sumatra siede sull'elefante

Kim Kardashian a Sumatra siede sull’elefante