Liguria, emergenza cinghiali: a Camogli fotografati in spiaggia. A Rapallo vigili armati di fucili

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Gennaio 2020 17:14 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2020 17:23
liguria cinghiali facebook

Liguria, i cinghiali fotografati a Camogli

ROMA – Cinghiali sulla spiaggia nei pressi di Camogli in provincia di Genova. La foto è stata scattata e diffusa da un consigliere regionale e racconta le dimensioni assunte da un problema che ormai preoccupa la Liguria. I cinghiali stanno infatti proliferando senza controllo in molte zone e i comuni si attrezzano come possono. 

Augusto Sartori è il consigliere regionale di Fratelli d’Italia che ha postato la foto dopo averla scattata domenica 26 gennaio. A corredo dell’imagine ha scritto: “Oggi, passeggiando per San Fruttuoso di Camogli mi sono imbattuto in alcuni bagnanti atipici”. Sartori stava camminando nella zona di San fruttuoso a ridosso del parco del Monte di Portofino: pur essendo una zona ricca di animali, nessuno si sarebbe aspettato di arrivare a vedere i cinghiali in spiaggia.

In questi anni tuttavia, il numero di questi animali è aumentato a dismisura. “I cinghiali sono sempre più numerosi e non è più possibile trascurare la questione. Porterò l’argomento all’attenzione del consiglio” ha aggiunto ancora Sartori.

Come spiega Il Corriere della Sera, “in Liguria il problema cinghiali ha ormai assunto le dimensioni di un’emergenza. Un’indagine della Coldiretti stima la popolazione degli ungulati tra Ventimiglia e le Cinqueterre in circa 35mila esemplari: una campagna di abbattimenti selezionati prevedeva di eliminarne oltre 20mila ma nel 2018 la cifra si sarebbe fermata a un terzo (…)”. 

Cinghiali, a Rapallo vigili urbani muniti di fucili

Rapallo, comune che si trova sempre in provincia di Genova, è tra i primi ad aver adottato un provvedimento “fai da te” che ha lo scopo di combattere i troppi cinghiali presenti. Qui, i vigili urbani sono stati muniti di fucili calibro 12 che servono ad intervenire in caso di pericolo provocato da questi animali. “Da utilizzare per servizi di polizia urbana e zoofila” spiega la delibera che ne ha autorizzato l’uso. I fucili possono quindi essere usati in casi di emergenza per evitare che avvengano ad esmpio incidenti stradali o altro. Non possono essere invece utilizzati per l’abbattimento degli esemplari sorpresi nei pressi delle case o del centro abitato.

Fonte: Corriere della Sera, Facebook