Londra: irruzione della polizia in casa. Lo yorkshire e il suo reato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 agosto 2017 6:20 | Ultimo aggiornamento: 24 agosto 2017 16:38
Londra: irruzione della polizia in casa. Lo yorkshire e il suo reato. Parla la padrona Claudia Settimo Bovio

Londra: irruzione della polizia in casa. Lo yorkshire e il suo reato (foto d’archivio Ansa)

LONDRA – A Kingston, Londra, sette agenti di polizia hanno fatto irruzione nella casa della 73enne Claudia Settimo-Bovio per catturare e sequestrare Alfie, il suo “pericoloso” Yorkshire terrier, che aveva rincorso un fattorino e fatto cadere riportando ferite superficiali.  Claudia Settimo-Bovio, quando si sono presentati gli agenti, a bordo di cinque auto, sostiene di essere stata “trattata come una criminale”. “Il mio cane non è pericoloso. Non è un Rottweiler, è un piccolo Yorkshire terrier. Vivo da sola e Alfie con me è molto protettivo. Gli piace rincorrere ma lo fanno tutti i cani”.

Alla polizia era stato detto che forse si trattava di un border collie o una taglia simile, ma quando sono arrivati in casa della Settimo-Bovio, hanno scoperto che Alfie era uno Yorkshire terrier. Dopo il sequestro la donna è stressata e disperata:”È terribile perché ha 10 anni, non è un cucciolo e non ci siamo mai separati. Probabilmente penserà che l’ho abbandonato, non è mai stato in un canile e non so quando avrò la possibilità di rivederlo. Non lo meritava”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other