Manduria (Taranto): getta cucciolo di cane dal finestrino dell’auto in corsa

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2020 16:31 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2020 16:31
carabinieri cane manduria

Manduria (Taranto): getta cucciolo di cane dal finestrino dell’auto in corsa (foto Ansa)

ROMA – Un uomo di 69 anni di Manduria in provincia di Taranto ha gettato un cucciolo di cane dal finestrino della sua auto in corsa.

I Carabinieri di Oria, il comune confinante che si trova in provincia di Brindisi, lo hanno fermato ed identificato. 

Il fatto è avvenuto nelle campagne della contrada Schiavoni che si trova al confine dei due territori comunali.

La bestiola, un meticcio, è stato recuperato ed è in buone condizioni di salute.

Il cucciolo era sprovvisto di microchip. 

Per sua fortuna è stato dubito adottato. In questo modo, l’animale ha evitato il canile. L’autore dell’episodio è stato invece denunciato a piede libero per abbandono di animali.

Le forze dell’ordine hanno lanciato un appello: chiunque assista ad episodi del genere, se può rilevi la targa del veicolo coinvolto e la comunichi (fonte: Today). 

Picchia cane con zappa e tenta di seppellirlo ancora vivo

Nei giorni scorsi, i Carabinieri di Sant’Agata di Militello, Messina, hanno denunciato un 85enne di Torrenova che aveva ridotto in fin di vita un cane.

Le indagini sono partite grazie a diverse segnalazioni dell’accaduto sui social network.

Alcuni cittadini avevano anche denunciato i maltrattamenti.

I militari, scrive un quotidiano locale, hanno accertato che il cane era stato brutalmente picchiato con una zappa e seppellito ancora agonizzante.

Anche in questo caso il cane era di razza meticcia. Ancora vivo ma in fin di vita, si è salvato grazie all’intervento di alcuni cittadini che hanno allertato i servizi veterinari, intervenuti sul posto per prestare cure all’animale.

I carabinieri sono risaliti all’identità dell’anziano proprietario del cane ed hanno accertato che l’uomo aveva percosso l’animale per futili motivi, rinvenendo e sequestrando la zappa con cui dapprima l’aveva colpito e poi seppellito.

Il sindaco della cittadina Salvatore Castrovinci, nel condannare l’episodio, ha presentato una denuncia contro ignoti e i carabinieri nel giro di poche ore hanno identificato l’autore che ha commesso questa atroce azione.

Per l’anziano è scattata la denuncia per il reato di maltrattamento di animali.