Natale con gatti e cani: 12 cibi e piante pericolosi per i nostri amici a quattro zampe

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Dicembre 2018 11:06 | Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2018 11:06
Natale con gatti e cani: 12 cibi e piante pericolosi per i nostri amici a quattro zampe

Natale con gatti e cani: 12 cibi e piante pericolosi per i nostri amici a quattro zampe

La stella di Natale e un bel pezzo di cioccolato possono addolcire le feste, ma attenzione se si hanno cani e gatti in casa: perché proprio questa pianta e quello che un tempo era chiamato “il cibo degli dei” possono essere nocivi, se non letali, per i nostri amici a quattro zampe. 

Stelle di Natale e cacao sono solo alcuni dei prodotti di largo consumo che si trovano in casa che possono far male ai nostri compagni pelosi. Vediamone altri insieme. 

  1. CIOCCOLATO – Lo abbiamo detto: il cacao è tossico sia per i cani sia per i gatti. Il fattore di rischio è la teobromina, una sostanza che negli animali domestici può provocare battito cardiaco irregolare, tremori, nausea e vomito, fino alla morte nel caso di ingestioni di grossa quantità.
  2. GELATI E DOLCI – Anche il gelato è altamente sconsigliato: non sono rari i casi di intolleranza al lattosio in cani o gatti. In generale, tutti i dolci e gli alimenti zuccherati sono dannosi per i nostri amici pelosi: possono dare problemi ai denti, favorire il diabete e, come per noi umani, far ingrassare. 
  3. UVA E UVETTA – Anche questi frutti, per il loro alto contenuto di zuccheri, sono da evitare. Inoltre nei gatti possono provocare problemi intestinali e renali anche seri. 
  4. FRUTTA SECCA – Attenzione alle noci tradizionali e a quelle di macadamia, e più in generale alla frutta secca: sono tossiche sia per i cani sia per i gatti. 
  5. CIPOLLA E AGLIO – La presenza di solfuro di allile  può provocare anemia emolitica o disturbi allo stomaco.
  6. UOVA CRUDE – Crude possono essere nocive a causa della presenza negli albumi di avidina, una proteina che non fa assorbire la biotina, sostanza in sé benefica. Come per gli umani c’è poi il rischio di salmonella ed Escherichia Coli.
  7. NOCE MOSCATA – In generale le spezie andrebbero tenute lontane da cani e gatti, ma fate attenzione soprattutto alla noce moscata: a causa della presenza di miristicina può irritare il sistema nervoso. Meglio evitare anche di farla fiutare. 
  8. AVOCADO – A causa della presenza di persina, una tossina fungicida, può causare problemi intestinali e digestivi in cani e gatti. La sostanza è presente non solo nel frutto, ma anche nelle foglie, nei semi e nella corteccia: attenzione se avete una pianta di avocado. 
  9. FAGIOLI E FAVE – Soprattutto se crudi possono causare problemi intestinali come diarrea e gastroenterite, ma anche intossicazione. 
  10. CAFFE’ – E’ tossico sia per i cani che per i gatti: può portare a tachicardia. 
  11. STELLA DI NATALE – La linfa è tossica per tutti gli amici a quattro zampe: la sua ingestione può provocare problemi all’apparato digerente come vomito, diarrea e comparsa di vesciche dolorose in bocca. 
  12. VISCHIO – Anche quest’altra pianta natalizia è nociva: in particolare le bacche rosse possono provocare vomito, diarrea, dolori addominali, ipersalivazione e, nei casi può gravi, morte.