Nuovo primate scoperto in Birmania: ma il Popa Langur rischia già l’estinzione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Novembre 2020 13:40 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2020 13:40
Nuovo primate scoperto in Birmania: ma il Popa Langur rischia già adesso l'estinzione

Nuovo primate scoperto in Birmania: ma il Popa Langur rischia già l’estinzione (Foto da video YouTube)

Scoperta in Birmania: esiste una nuova specie di primate. Ma il Popa Langur è già in via di estinzione.

Gli scienziati hanno identificato una nuova specie di primate, un abitante degli alberi e mangiatore di foglie che vive nelle foreste della Birmania centrale. Ha un volto simile a una maschera incorniciato da una ciocca di ribelli capelli grigi.

Popa langur, il nuovo primate scoperto in Birmania

Il Popa langur prende il nome da un vulcano spento che ospita la sua popolazione più numerosa, circa 100 individui. Esiste da almeno un milione di anni, secondo un articolo pubblicato oggi su Zoological Research. Ma con solo 200-250 rimasti in natura oggi, gli esperti segnalano che la specie è già da considerare “in pericolo di estinzione“.

Appena scoperto, è già a rischio estinzione

“In tutto il suo raggio d’azione, questa scimmia è minacciata dalla caccia indiscriminata e dalla distruzione del suo habitat”. Lo dice Frank Momberg, ricercatore presso Flora & Fauna International (FFI), a Rangoon.

La prima prova dell’esistenza della nuova specie non è stata trovata in natura ma nei laboratori del London Natural History Museum, dove l’analisi genetica ha rivelato che gli esemplari raccolti più di un secolo fa, quando la Birmania era una colonia britannica, erano qualcosa di completamente nuovo.

Campioni di feci raccolti da Momberg e dai suoi colleghi nella foresta sono poi stati riconosciuti come identici a quelli del museo, a dimostrazione della sua sopravvivenza. Del 2018 le prime immagini registrate.

“Ulteriori indagini sul campo e misure di protezione serviranno ora urgentemente per evitarne la scomparsa”, ha detto Ngwe Lwin, un primatologo del programma Myanmar di FFI, che ha collaborato in questa ricerca con gli scienziati del German Primate Center di Goettingen. Esistono più di 20 specie di langur nel mondo, molte delle quali in grave pericolo di estinzione. (Fonte Ansa)