Orso M49 avvistato nuovamente in Trentino. Resta valido l’ordine di cattura

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Marzo 2020 17:44 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2020 17:44
orso m49 ansa

L’orso M49 (foto Ansa)

TRENTO – Proseguono gli avvistamenti di M49, l’orso fuggito dopo la cattura dal Centro faunistico di Casteller a sud di Trento, nell’estate scorsa. La notte scorsa – informa la Provincia – il plantigrado, uscito dal letargo, è stato avvistato poco prima di mezzanotte a Molina di Fiemme in direzione di Carano e Daiano, nel comune di Ville di Fiemme.

L’avvistamento nel centro abitato ha fatto attivare la squadra di emergenza dei forestali che, utilizzando i cani da orso, ha intercettato M49 quando stava cercando di predare un asino, facendolo allontanare sotto una forte nevicata. L’animale predato è ferito e sarà affidato alle cure di un veterinario.

La squadra ha in seguito avuto la possibilità di seguire ulteriormente lo spostamento del plantigrado, ancora grazie all’utilizzo dei cani, fino ai boschi a monte dei paesi di Carano e Daiano. Negli ultimi giorni M49 è penetrato anche in in alcune malghe poste nella zona del Vanoi ed in val Calamento, forzando porte e finestre e provocando danni all’interno. Alla luce di tale comportamento, la Provincia di Trento ricorda che l’ordinanza del presidente Fugatti emessa lo scorso anno è tutt’ora valida.

M49 è un orso in fuga che si aggira dall’estate 2019 per il Trentino. Lo scorso luglio era stato catturato nella zona della Val Rendena ed era stato rinchiuso nel Centro Casteller, a sud di Trento, riuscendo poi a scappare dopo aver scavalcato un muro elettrificato. 

Fonte: Ansa