Pulcinella di mare: uccello usa il rametto per grattarsi VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Gennaio 2020 12:14 | Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio 2020 12:20
Pulcinella di mare si gratta col rametto: primo uccello che usa oggetti

La pulcinella di mare che si gratta con un rametto (Frame da YouTube)

ROMA – Una tenera pulcinella di mare al largo della costa del Galles ha sorpreso l’ecologa che la stava studiando. L’uccello ha preso un rametto con il suo becco nero-arancio e ha iniziato a grattarsi. E’ la prima volta che uno scienziato osserva un volatile utilizzare un oggetto come uno strumento finalizzato a qualche uso.

Annette Fayet, ecologa dell’Università di Oxford, ha scoperto il comportamento mentre osservava una colonia di pulcinelle di mare in Galles e ha spiegato di essere rimasta “sorpresa ed emozionata”. In quattro anni di osservazione, questa infatti è la prima volta che è riuscita a immortalare un esemplare mentre usa il rametto.

Da anni infatti si conosce la capacità di questi uccelli di utilizzare gli oggetti e nel 2018 uno di essi era stato ripreso da una macchina fotografica sensibile al movimento sull’isola di Grimsey, in Islanda, mentre lo utilizzava. Ad oggi, le osservazioni descritte in Proceedings of the National Academy of Sciences del 30 dicembre, rappresentano l’unico esempio noto di uccello in natura che utilizza uno strumento per grattarsi.

Se infatti gli uccelli come i corvi o pappagalli sono stati osservati nell’utilizzare strumenti, soprattutto per estrarre cibo, gli scienziati ritenevano che gli uccelli marini come la pulcinella non ne fossero in grado, per via dei cervelli più piccoli. La scoperta suggerisce quindi che la capacità degli uccelli di utilizzare oggetti potrebbe essere più diffusa e varia di quanto fino ad ora ipotizzato.

Questo comportamento nei pulcinella di mare è stato osservato in due popolazioni diverse, quella delle coste del Galles e quella dell’Islanda, che vivono quindi a 1700 chilometri di distanza e nell’arco di quattro anni. Una scoperta che apre nuove frontiere nella comprensione e nella conoscenza dei volatili. (Fonte YouTube/ScienceNews)