Ringhio, il cane dolcissimo dal muso che spaventa, cerca casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 maggio 2018 10:33 | Ultimo aggiornamento: 9 maggio 2018 10:33
Ringhio, il cane dolcissimo dal muso che spaventa, cerca casa

Ringhio, il cane dolcissimo dal muso che spaventa, cerca casa

ROMA – Quanti sognano un amore che vada oltre le apparenze? Di certo lo sogna Ringhio, un dolce cane il cui unico difetto, se di difetto si può parlare, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz – Apps on Google Play] è un muso non proprio bellissimo, almeno secondo i canoni estetici comuni. Un muso che è così da quando Ringhio aveva due mesi.

Non si sa se a causarlo sia stato il morso di un altro cane o un incidente, o se sia il risultato dei tanti maltrattamenti subiti da questo labrador con il muso da bulldog francese.

Gli effetti più gravi di questa che, a tutti gli effetti, è una malformazione, è un setto nasale fortemente deviato, la mancanza di quasi tutti i denti dell’arcata superiore e di una parte di un orecchio, la cecità ad un occhio, i bulbi oculari fuori dalle orbite. A parte questo Ringhio non ha problemi di salute particolari. Ma il risultato di questo muso è che nessuno ancora l’ha voluto adottare.

Eppure questo cagnolone è “la gioia di vivere fatta cane”, spiega a La Stampa Giovanna Riccardelli, che da quattro mesi sta promuovendo la sua adozione:

“Era stato avvistato per la prima volta su una strada ad alto scorrimento in provincia di Roma, probabilmente dove è stato abbandonato, per poi “riapparire” ore dopo davanti alla scuola elementare di Rocca Priora, alla ricerca di coccole e compagni di gioco. Ma quando lo hanno visto in faccia, le mamme si sono spaventate e hanno chiamato l’accalappiacani”.

Così Ringhio è finito in un canile, e Giovanna e i volontari dell’Enpa dei Castelli Romani stanno cercando di trovare per lui una famiglia. Ha circa un anno e mezzo, pesa 15 chili e, caratterialmente, è

“un cane adorabile, un labrador a tutti gli effetti: giocherellone, socievole, iper affettuoso… E’ stato sottoposto a tutti gli accertamenti e dal punto di vista clinico sembra non avere alcun problema o fastidio: le ferite sono tutte rimarginate e lui si è perfettamente riadattato a questa nuova condizione, tanto che riesce anche a mangiare le crocchette. Serve solo qualcuno che possa andare oltre al suo aspetto fisico”, spiega Giovanna alla Stampa. 

Va d’accordo con cani e gatti, è abituato al guinzaglio e alla vita in casa, è stato vaccinato e sterilizzato e ha il microchip.

Chi volesse accogliere Ringhio può chiamare il numero 366.25.22.013, scrivere una mail all’indirizzo giovannariccardelli@gmail.com oppure via Whatsapp al numero 329.24.21.255.