Sassari, cane legato e torturato con il fuoco. Caccia agli aguzzini

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 5 aprile 2019 7:40 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2019 0:58
Sassari, cane legato e torturato con il fuoco. Caccia agli aguzzini

Sassari, cane legato e torturato con il fuoco. Caccia agli aguzzini (Foto Ansa)

MILANO – Prima l’hanno legato, poi, dopo averlo reso totalmente inerme, lo hanno torturato con il fuoco sul muso, sugli occhi, sulle zampe e sulla schiena. E alla fine lo hanno gettato lungo una strada. E’ caccia agli aguzzini di un povero cane meticcio di piccola taglia, trovato nei giorni scorsi agonizzante nelle campagne di Monte Bianchinu, zona residenziale di Sassari. 

A trovare il povero animale è stata una donna che abita nella zona. Quando ha visto il cagnolino sul ciglio della strada ha fermato l’auto per controllare come stesse. E quando ha visto in che stato era lo ha portato al comando della polizia locale. 

Il cagnolino è stato poi trasferito in una clinica veterinaria per essere curato. Ha ustioni di secondo e terzo grado in diverse parti del corpo e sul muso, non ha più né baffi né ciglia, ha lesioni agli occhi e bruciature su tutto il corpo. Ma risponde bene alle cure, anche se rischia di perdere la vista. 

E mentre i veterinari lo sottopongono alle terapie del caso, la polizia locale ha avviato le indagini per cercare di identificare i responsabili delle torture. Intanto Fuego, così è stato ribattezzato il cagnolino, attende una famiglia che lo voglia adottare. (Fonte: Ansa)